Idropulsore e manutenzione: accorgimenti, consigli utili, info

1
2
3
4
5
Oral-B 5000 Oxyjet Smart Oral Center - Spazzolino Elettrico e Idropulsore Oxyjet con 4 Testine, 6...
Idropulsore Dentale Portatile Uvistare,5 Modalità 6 Ugelli di Ricambio Irrigatore Orale 300 ml...
Oral-B Waterjet Sistema Pulente con Idropulsore e 4 Testine Waterjet, Pressione regolabile
Idropulsore Dentale Professionale,Homgeek Irrigatore Orale Getto Acqua Denti da Capacità 600ml...
Oral-B Oxyjet Sistema Pulente con Idropulsore con 4 Testine
Oral-B 5000 Oxyjet Smart Oral Center - Spazzolino Elettrico e Idropulsore Oxyjet con 4 Testine, 6...
Idropulsore Dentale Portatile Uvistare,5 Modalità 6 Ugelli di Ricambio Irrigatore Orale 300 ml...
Oral-B Waterjet Sistema Pulente con Idropulsore e 4 Testine Waterjet, Pressione regolabile
Idropulsore Dentale Professionale,Homgeek Irrigatore Orale Getto Acqua Denti da Capacità 600ml con...
Oral-B Oxyjet Sistema Pulente con Idropulsore con 4 Testine
9.2
9.2
9
9
8.4
Oral-B
Uvistare
Oral-B
homgeek
Oral-B
159,90 €da 120,00 €
59,99 €34,99 €
89,10 €41,99 €
39,99 €35,95 €
94,50 €54,50 €
Oral-B 5000 Oxyjet Smart Oral Center - Spazzolino Elettrico e Idropulsore Oxyjet con 4 Testine, 6...
Oral-B 5000 Oxyjet Smart Oral Center - Spazzolino Elettrico e Idropulsore Oxyjet con 4 Testine, 6...
9.2/10
159,90 €da 120,00 €
Idropulsore Dentale Portatile Uvistare,5 Modalità 6 Ugelli di Ricambio Irrigatore Orale 300 ml...
Idropulsore Dentale Portatile Uvistare,5 Modalità 6 Ugelli di Ricambio Irrigatore Orale 300 ml...
9.2/10
59,99 €34,99 €
Oral-B Waterjet Sistema Pulente con Idropulsore e 4 Testine Waterjet, Pressione regolabile
Oral-B Waterjet Sistema Pulente con Idropulsore e 4 Testine Waterjet, Pressione regolabile
9/10
89,10 €41,99 €
Idropulsore Dentale Professionale,Homgeek Irrigatore Orale Getto Acqua Denti da Capacità 600ml con...
Idropulsore Dentale Professionale,Homgeek Irrigatore Orale Getto Acqua Denti da Capacità 600ml...
9/10
39,99 €35,95 €
Oral-B Oxyjet Sistema Pulente con Idropulsore con 4 Testine
Oral-B Oxyjet Sistema Pulente con Idropulsore con 4 Testine
8.4/10
94,50 €54,50 €

Periodicamente il proprio idropulsore deve essere lavato per consentirgli di mantenersi in funzione per più tempo possibile. Ogni sua componente deve essere accuratamente pulita per evitare il ristagno di acqua e la presenza di aria nelle varie parti che quotidianamente si utilizzano. Seguendo qualche semplice consiglio, scomponendo l’idropulsore e utilizzando qualche accorgimento potremmo far sì che l’apparecchio sia sempre efficiente e al massimo della sua funzionalità. Proseguendo con l’articolo vedremo come pulire tutte le parti nel modo migliore, evitando di fare danni o di trascurarlo eccessivamente.

Idropulsore e manutenzione: ogni quanto bisogna lavarlo?

Alcune pratiche vanno eseguite dopo ogni uso, altre ogni settimana e altre ancora una volta al mese o di più. Questo dipende dalle varie parti che lo compongono. Quotidianamente e dopo ogni utilizzo bisogna, ad esempio, rimuovere tutta l’acqua dal serbatoio stando attenti che sia completamente scomparsa. L’acqua che ristagna, anche se non per tante ore, causa cattivi odori, crea patine e può far sì che proliferino batteri che finiranno inevitabilmente nella nostra bocca al lavaggio successivo.

Una volta a settimana, invece, è necessario fare un pulizia un po’ più accurata del dispositivo stando attenti a eliminare sia l’aria sia l’acqua che potrebbe essere sfuggita e possibilmente strofinandolo accuratamente con prodotti che non lo danneggino, come ad esempio un detergente neutro che non contenga alcool o altri composti potenzialmente abrasivi.

Un lavaggio ancora più accurato di ogni componente e delle parti interne, invece, va eseguito per un massimo di una volta al mese ma possiamo attendere anche qualcosa in più. Ora vedremo come lavare ogni parte.

Quindi:

  • Tutti i giorni → rimuovere l’acqua dal serbatoio
  • Una vola a settimana → pulire più accuratamente il serbatoio con un prodotto detergente
  • Una volta al mese/ogni due mesi → Pulire in maniera accurata tutte le componenti

Come rimuovere l’acqua e l’aria dopo ogni utilizzo

Oltre che dal serbatoio dobbiamo anche far sì che acqua e aria non rimangano nei condotti per evitare che si creino colonie di batteri estremamente dannosi. Basterà svuotare il serbatoio, staccare la testina e mettere il dispositivo in azione a vuoto per qualche secondo. Poi, una volta spento, basterà asciugare la sede del serbatoio e far asciugare i tubi.

Lavare il serbatoio

Normalmente, a meno che le istruzioni del nostro specifico modello suggeriscano il contrario, possiamo mettere il serbatoio in lavastoviglie. Basterà staccarlo dal dispositivo e togliere, quando possibile, la valvola. Poi possiamo avviare un normale ciclo di lavaggio. La valvola, sia che si stacchi sia che non lo faccia, non deve essere inserita in lavastoviglie altrimenti si rovina ed è da buttare. Se non sappiamo come togliere il serbatoio dalla sua sede possiamo leggere il manuale di istruzioni oppure cercare su internet le specifiche del modello e il manuale che, normalmente, è presente online e consultabile in ogni momento. Per asciugare il serbatoio, invece, basterà esporlo all’aria e attendere oppure utilizzare un semplice panno.

Pulire la valvola

Anche la valvola una volta rimossa deve essere pulita. Per farlo basterà metterla sotto l’acqua calda e sciacquarla strofinandola con le mani. Una volta fatto, per una trentina di secondi, possiamo asciugarla manualmente oppure attendere che si asciughi da sola. Quando sia il serbatoio che la valvola sono completamente asciutti possiamo riunirli stando attenti a rimontare tutto nel posto giusto esattamente com’era in precedenza.

Manutenzione dell’interno dell’idropulsore

Per lavare le parti interne e non raggiungibili del nostro idropulsore possiamo utilizzare un semplice accorgimento. Bisogna riempire il serbatoio a metà con acqua calda aggiungendo 30 ml di aceto bianco o di collutorio. Poi bisogna attivare il dispositivo e aspettare che consumi più o meno metà del serbatoio. Una volta fatto questo bisognerà attendere che, lentamente, il resto dell’aceto si diluisca da solo. Con questo piccolo trucco tutte le parti interne verranno pulite dai residui dell’acqua del rubinetto che può essere ricca di calcio o di altri minerali che, con il tempo, si depositano e creano danni. Quando la procedura è terminata basterà risciacquare con acqua calda, inserendola nel serbatoio e attendendo che sia completamente finita. Quando anche questo è fatto non bisognerà inserire nuovamente il serbatoio ma attendere che si asciughi completamente.

Lavare il manico e le punte

Queste due ultime componenti vanno lavate separatamente. Farlo è semplicissimo: basterà riempire due contenitori con aceto bianco e mettere il ammollo per circa 5 minuti. Nel caso del manico basterà solo l’aceto bianco, per le punte invece si può aggiungere anche l’acqua ossigenata e, come nel caso precedente, lasciare la punta in ammollo per circa 5 minuti. Appena trascorso il tempo necessario potremmo rimuovere le parti dalle bacinelle e sciacquarle con acqua calda sotto il getto del lavandino.

La manutenzione del nostro dispositivo è finita. In mezz’ora, più o meno, possiamo lavare tutte le parti e mantenere il nostro idropulsore perfettamente pulito e funzionante.

Per concludere ecco qualche altro consiglio:

  • Cambiare le testine: ogni 3/6 mesi, in base all’utilizzo e al tipo di acqua del rubinetto, le testine vanno sostituite con altre nuove. Questo perché i depositi minerali ne compromettono la funzione rendendo il getto meno potente e accurato.
  • Tutti i prodotti più aggressivi non vanno utilizzati (come, ad esempio, la candeggina) perché rovinano permanentemente il dispositivo.
  • In caso di dubbio sui prodotti da utilizzare si può consultare il manuale di istruzioni che, normalmente, ha una sezione dedicata alla manutenzione e alla pulizia.
Back to top
Scelta Idropulsore